Cerca nel sito

Index Sitemap

 

Creative Commons Attribuzione - Non commerciale 3.0
CSS validoHTML valido
2007 - 2016

sei in: Museo delle Migrazioni > Le Migrazioni> La Germania del Sud-Ovest nel 17° secolo

Le Migrazioni

(parte 2 di 2)

La Germania del Sud-Ovest - Paese di Emigrazione

Il 17° secolo

n

ell'era della confessionalizzazione1 (1550-1750), molti dovevano lasciare la propria patria per motivi di fede: chi non apparteneva alla confessione del proprio signore doveva andarsene. Questo riguardava, ad esempio, i protestanti della Boemia, che emigrarono dal 1623 al 1680.

Editto di Nantes
Editto di Nantes

A partire dal 1669, con picco nel 1685, divenne notevole l'emigrazione degli Ugonotti.

Nel 1685 l'Editto di tolleranza di Nantes2 fu revocato dal re Luigi XIV con l'Editto di Fontainebleau e, pertanto, i protestanti francesi furono privati di tutti i diritti religiosi e civili.

In questo modo il re dichiarò la confessione cattolica come religione di Stato ed emanò una legge che proibì l'esercizio della fede protestante.

Editto di Nantes - decreto emanato dal re di Francia Enrico IV, miniatura inglese
Editto di Nantes (miniatura inglese)

200.000 Ugonotti, tra i quali anche i Valdesi del Val Pragelato, che all'epoca faceva parte della Francia, riuscirono a fuggire nei paesi protestanti, dove i “réfugiés“ (rifugiati) vennero accolti volentieri.

Nel giro di pochi mesi centinaia di migliaia fuggirono in particolare nelle aree calviniste dei Paesi Bassi e nei cantoni calvinisti della Svizzera e della Prussia.

 

Mennonitenpaar
Mennonitenpaar

Divisione reale3, cattivi raccolti, eccessivi oneri dello Stato e l'oppressione religiosa, portarono alla fine del 17° secolo all'emigrazione oltreoceano. Erano protestanti, come Mennoniti4, Amish5 e Quaccheri6.

Molti di loro erano arrivati nel Elettorato Palatino7 e lì si sono rifugiati per alcuni anni o addirittura per decenni.

L'obiettivo principale era la Pennsylvania, lo stato dei Quaccheri, la terra delle opportunità, delle libertà religiose e sociali, dove per ogni colono era disponibile una certa quantità di terreno coltivabile.

Germantown
Germantown

Nel 1683 venne fondato il primo insediamento tedesco (Germantown) sul suolo degli attuali Stati Uniti. Nel 1700 vivevano in Germantown 64 famiglie e nel 1790 più di 3.000 abitanti; nella maggior parte provenivano dal Elettorato Palatino e dal Württemberg.

 

indietro 1 2 avanti

1 La confessionalizzazione fa riferimento alla teoria dello sviluppo della chiesa, dello stato e della società dopo la riforma protestante. La divisione del cristianesimo in più confessioni non ha portato solo cambiamenti nella chiesa e nell'ambito religioso, ma ha cambiato profondamente la società in tutti i settori.

2 Editto di Nantes = decreto ufficiale che fu firmato a Nantes dal re di Francia Enrico IV il 13 aprile 1598 che garantiva ai protestanti calvinisti (Ugonotti) nella Francia cattolica, libertà religiosa e privilegi politici. Prima di questo evento, i calvinisti o riformati subirono permanentemente per più di 60 anni una persecuzione in tutto il paese, che portava frequentemente a delle guerre civili, le cosiddette guerre di religione francesi. Decine di migliaia di protestanti morirono in quegli anni lasciarono la Francia. Quando gli Ugonotti negli anni 1625-29 e 1621/22 si misero di nuovo contro la Corona, il cardinale Richelieu li privò di tutti i privilegi politici e i luoghi di sicurezza, tuttavia, furono tollerati come minoranza religiosa. De facto questa tolleranza finì ufficialmente con l'abolizione dell'Editto di Nantes da parte di Luigi XIV (Editto di Fontainebleau, 1685) che limitava la libertà della pratica religiosa a tal punto che più di 200.000 ugonotti furono costretti a lasciare la Francia.

3Con la divisione reale, la proprietà di una famiglia, in particolare il terreno, veniva divisa in modo “reale” uguale tra tutti gli eredi. Questa ripartizione si applicava per ogni eredità, così che il numero di lotti minimi aumentava con il tempo.
Nell’agricoltura, la divisione reale portava alla continua frammentazione del terreno e a un gran numero di piccoli campi, spesso in forma di strisce. La divisione reale portava al fatto che presto i campi divennero troppo piccoli per nutrire una famiglia, così in Wirtemberg ci sono stati i primi agricoltori con attività secondarie, che eseguivano anche un altro mestiere.
Allo stesso tempo i beni ereditati assicuravano un minimo di sussistenza, perché non si ereditava solo un pezzo di campo, ma anche una quota della casa dei genitori. Tuttavia, spesso si trattava solo di poche stanze dove si ammassavano intere famiglie.

4 Mennoniti = seguaci di una Libera Chiesa evangelica che è nata in Svizzera e nei Paesi Bassi al momento della Riforma Protestante. Usano il battesimo degli adulti e rifiutano il servizio militare e la prestazione del giuramento. Devono il loro nome a Menno Simons (1496-1561), prete del 16° secolo che assicurò la sopravvivenza dei Mennoniti dopo che questo gruppo attraversò un periodo di gravissima crisi.

5 Amish = un gruppo di Mennoniti che nel 1693 si separò dagli altri Mennoniti a causa della loro visione più rigorosa della disciplina della chiesa e da allora formano una comunità religiosa separata.

6 I Quaccheri costituiscono un movimento religioso di tipo spiritualistico, sorto in Inghilterra in seno al protestantesimo nel 17° secolo. L'idea di base è l'immaginazione dell'illuminazione da parte di Dio che ognuno può ottenere come fonte della conoscenza di Dio e una vita veramente cristiana. Sacramenti, come il battesimo dei bambini e la Santa Cena vengono rifiutati, i piaceri sono considerati sconvenienti, la guerra disdegnata.

7 Rifugiati religiosi dal Palatinato: nel 1688 la Francia sotto il re Luigi XIV invase il Palatinato. Molti residenti del Palatinato che appartenevano alla fede riformata dovettero lasciare la loro patria. Tra di loro c'erano anche gli ugonotti che in precedenza erano arrivati in fuga dalla Francia. Fuggirono a Magdeburgo, che dal 1648 apparteneva all’Elettorato del Brandeburgo protestante. Sotto la protezione del principe elettore ai profughi venne concesso di fondare la colonia palatina nella città di Magdeburgo. La colonia è esistita dal 1689 al 1808. L'elettore Federico III (Federico I di Prussia) concesse ai nuovi profughi, nell'Editto di Potsdam, gli stessi privilegi degli ugonotti che erano immigrati già in precedenza.